La ricetta degli antichi monaci buddisti per rafforzare il sistema immunitario: bisogna usare l’aglio in questo modo

Ne esiste una che è davvero un portento e può essere un valido alleato del tuo sistema immunitario. Ecco di cosa si tratta.

Aprirsi alle nuove culture e popolazioni non vuol dire semplicemente visitarne i luoghi e ammirarne i paesaggi, ma anche confrontarsi con ciò che prima non si conosceva. Un esempio sono le tradizioni culinarie, come quelle degli antichi monaci buddisti.

La ricetta degli antichi monaci buddisti per rafforzare il sistema immunitario
Ecco come funziona la ricetta (ciaotenerife.it)

Proprio per questo vogliamo mostrarti come funziona una ricetta che molto probabilmente non conoscerai, ma che potresti trovare davvero molto interessante. Ecco perché è utile e come questa riesce a rafforzare il nostro sistema immunitario.

Come funziona la cura tibetana dell’aglio

Si tratta di un vero e proprio rimedio per la nostra salute che possiamo ottenere in maniera totalmente naturale. Si tratta di una ricetta realizzata da monaci buddisti del Tibet e consiste nell’utilizzare l’aglio per poter rafforzare il nostro sistema immunitario. L’aglio è infatti un ingrediente molto utile in moltissime culture e tradizioni, come quella cinese, greca o egiziana.

Questo perché l’aglio ha immense proprietà benefiche per il nostro organismo. Infatti è in grado di apportare numerose vitamine, come la B6, la vitamina C e la vitamina B1, ma è anche ricca di sostanze antiossidanti. Ma non solo, perché se spaccati o tagliati, gli spicchi dell’aglio rilasciano l’allicina, sostanza con numerose proprietà antimicotiche e antibatteriche.

La ricetta degli antichi monaci buddisti per rafforzare il sistema immunitario
Questa ricetta ha numerose proprietà benefiche (ciaotenerife.it)

La ricetta tibetana di cui vogliamo parlare è raccolta nel libro Tibetan Medicine: Illustrated in Original Text. Si tratta di un olio a base di aglio che può essere utilizzato per trattare le “malattie del vento”. Inoltre, può essere efficace per trattare i disturbi relativi alle palpitazioni cardiache. Per poter realizzare la ricetta serviranno 311 grammi di radici di piante di aglio, acqua, 595 grammi di burro di yak, e cereali.

Passiamo subito al procedimento. Iniziare macinando le radici dell’aglio fino a ridurle in polvere. Poi cuociamo in acqua e mescoliamo l’aglio bollito con il burro di yak. A questo punto mettiamo il composto all’interno di un recipiente e lasciamolo fermentare per 21 giorni, ricoprendo il tutto con chicchi di cereali.

Il composto va consumato in piccola dosi, magari con gocce mescolata in acqua 20 minuti prima dei pasti principali. Da conservare in frigo. Questa ricetta è molto utile in quanto ci garantisce numerosi benefici. Tra quelli principali troviamo un aiuto nella perdita di peso, ma non solo. Questo composto migliora la circolazione, fa bene ai reni, riduce i livelli di grasso sia nel sangue che nel resto del corpo e aiuta a purificare il fegato.

Impostazioni privacy