“L’ho giustificato perché è mio papà”: l’infanzia difficile di Lorella Cuccarini, triste retroscena

Lorella Cuccarini non ha avuto un’infanzia serena: a Verissimo racconta un retroscena che riguarda il legame col suo papà.

Conosciuta per essere una donna forte, professionale e determinata, Lorella Cuccarini non ha mai amato molto parlare della propria famiglia e dei propri affetti. Nel corso di una intervista con Silvia Toffanin, tuttavia, ha recentemente parlato del difficile rapporto con suo padre.

lorella cuccarini infanzia difficile padre
Lorella Cuccarini, il retroscena raccontato a Verissimo – Fonte IG @lcuccarini – ciaotenerife.it

Entrata ormai stabilmente nella rosa dei professori di Amici, Lorella ha dimostrato di essere un’insegnante tanto materna quanto intransigente e la Toffanin ha voluto indagare proprio sulle figure genitoriali che in qualche modo hanno influenzato il carattere di Lorella trasformandola nella maestra che è oggi. A quel punto la ballerina ha parlato della propria infanzia e di come, nel corso degli anni, abbia dovuto lavorare molto su se stessa per “perdonare” una padre completamente assente.

Lorella Cuccarini: “Padre anaffettivo, l’ho perdonato”

Vero Cuccarini, era il padre di Lorella. Quindici anni dopo il divorzio dalla madre della ballerina, fu indagato e arrestato due volte per attività illecite. Purtroppo quegli spiacevoli episodi furono riportati dai giornali e il nome della Cuccarini, naturalmente, venne ripetuto in molti articoli. All’epoca molti amici e colleghi della ballerina dimostrarono pubblicamente il proprio supporto. Sostenendo a chiare lettere che la donna non fosse minimamente coinvolta nelle attività illecite del padre, con il quale non aveva rapporti da anni.

lorella cuccarini padre
Lorella Cuccarini – Fonte IG @lcuccarini – ciaotenerife.it

“Mio padre era un uomo un po’ anaffettivo” ha spiegato la Cuccarini. “Ha avuto un’infanzia bruttissima perché era nato con un parto per cui la madre era morta, per cui non è mai stato amato. Poi ha avuto una mamma, ma quel rapporto gli è mancato” ha spiegato la ballerina mostrando di non provare ormai alcun rancore nei confronti di suo padre. “Alla fine l’ho giustificato perché è mio papà” ha concluso con un sorriso.

In mancanza di quella paterna le sue figure maschili di riferimento nella vita sono state il fratello Roberto, di appena tre anni più grande di lui, che riuscì a farla sentire sempre molto protetta. Oltre a lui, la Cuccarini ha citato il suo insegnante di danza Flavio Turchi, un uomo forte e determinato che le ha insegnato l’importanza di impegno e disciplina.

“In quell’occasione mio fratello mi ha protetta” ha spiegato la ballerina. Quando mio padre morì ero in scena, e mio fratello ritenne opportuno non dirmi niente fin dopo la replica perché non avrei potuto cambiare nulla delle cose che stavano succedendo, e me l’ha detto dopo la fine dello spettacolo“.

Impostazioni privacy