Non devi guardare più la data di scadenza: il trucco per capire se le uova sono ancora fresche

Le uova sono alimenti che tutti tengono in frigo ma spesso c’è confusione sulla loro corretta conservazione e data di scadenza.

Il problema delle uova è che se mangiate scadute o mal conservate possono causare danni alla salute, a causa dei batteri come la Salmonella o l’Escherichia Coli. La contaminazione batterica può avvenire in diversi modi, e i rischi aumentano se le uova sono in frigorifero da giorni e giorni.

come capire se le uova sono ancora buone
Abbiamo diversi modi per capire se le uova sono ancora fresche (ciaotenerife.it)

Un errore molto comune è infatti quello di togliere le uova dal cartone per sistemarle in frigorifero, magari negli appositi contenitori. In realtà, in questo modo si dimentica la data di scadenza – che non sempre è impressa sul guscio – e poi la conservazione nel cartone impedisce alle uova di assorbire gli altri odori presenti nel frigo.

Esistono però dei modi per capire se un uovo è ancora buono da mangiare o se è da buttare via, anche se non si conosce la data di scadenza. Ecco i consigli degli esperti.

Se non sei sicuro della bontà delle uova fai una di queste prove, funzionano davvero e salvi la tua salute

Alcuni sistemi per capire se le uova erano buone o da buttare venivano usati dalle nostre nonne, ma sono in effetti efficaci e sicuri. Il metodo più famoso è quello del “galleggiamento”; basta procurarsi un bicchiere o un pentolino, dove verseremo dell’acqua a temperatura ambiente. Poi si mette l’uovo e si osserva il suo comportamento.

come si capisce se un uovo è fresco
La prova del galleggiamento è la più efficace (ciaotenerife.it)

Se cade sul fondo, l’uovo è freschissimo, mentre se galleggia significa che è scaduto. Se rimane a metà significa che è un po’ vecchio ma che, cuocendolo bene, si può ancora mangiare. Se rimane completamente a galla è da buttare via.

Un altro sistema è quello dell’ascolto, anche se è un po’ più difficile da effettuare correttamente. Si prende un uovo e lo si scuote delicatamente vicino all’orecchio. Se l’uovo è fresco non si dovrebbe sentire alcun rumore particolare, mentre se si avverte nettamente il movimento di un liquido allora significa che l’uovo è andato a male. Questo perché durante la decomposizione il tuorlo perde la sua consistenza diventando appunto sempre più liquido.

Analizzando il tuorlo visivamente, infatti, possiamo trarre le medesime conclusioni; se è completamente disfatto o scolorito e se l’albume è visibilmente torbido, significa che la carica batterica è molto alta e dunque è meglio non consumarlo. C’è da dire, di contro, che a volte i tuorli si possono rompere e diluire anche se l’uovo è fresco.

Sebbene sia preferibile non sprecare il cibo, in realtà sulle uova è sempre bene prestare particolare attenzione. In caso di dubbio meglio gettarle via, oppure cuocerle molto bene – a parte che non abbiano un cattivo odore – perché l’unico modo per uccidere i batteri è la temperatura alta di cottura.

Impostazioni privacy