Plaid sporchi? Come lavarli senza rovinarli

Plaid eccessivamente sporchi, ecco come lavarli senza rischiare si rovinino per sempre

Non sempre è facile capire come lavare nel migliore dei modi alcuni capi, a volte si ha paura – giustamente- di rovinare i tessuti, è il caso dei plaid sporchi. Avere dei plaid da lavare in questo periodo è assolutamente normalità. Viste le basse temperature e la necessità di utilizzare spesso coperte e altri tessuti per coprirsi.

Plaid sporchi
Plaid sporchi (ciaotenerife.it)

Il cruccio sta nel come lavare questa tipologia di capo, senza incorrere in errori, che possano in qualche modo rovinarlo. Si tratta comunque di un oggetto che si utilizza spesso in inverno per guardare la tv, prendersi un attimo di pausa dal resto del mondo, perché no, lavorare da remoto, studiare.

Insomma, si utilizzano davvero tanto questa tipologia di coperte, dall’autunno alla primavera e possono essere costituite da diversi materiali, oltre che stampe e colori.

Rischi di rovinare un plaid lavandolo? Fai così, segui questo metodo e non ti pentirai

I plaid possono essere di diversi tessuti, le coperte che utilizziamo sul divano, letto e sulle sedie possono, infatti, essere costituiti da fibre sintetiche o fibre naturali, come lana e cotone. Ebbene, vien da sé che, in base al tessuto utilizzato, cambi il metodo di lavaggio del plaid stesso.

Plaid sporchi  Come lavarli senza rovinarli
Plaid sporchi Come lavarli senza rovinarli (ciaotenerife.it)

Veniamo ai classici plaid in pile, che vengono destinati anche per i più piccoli e per gli amici pelosetti. Ebbene, si tratta di una tipologia di copertina che è molto diffusa e che ha il potere di scaldare.

Questo perché, nonostante lo spessore contenuto, riesce ad emanare molto calore. Non solo, tale capo è davvero molto facile da lavare, basterà una temperatura compresa tra i 30 e i 40 gradi e un detersivo neutro, non aggressivo, adatto a tutte le tipologie di fibre.

Ammorbidente quanto basta, lavaggio per capi delicati e centrifuga. Una  volta finita quest’ultima il plaid sarà pronto per poter essere asciugato per qualche ora, visto che la centrifuga fa già il suo.

Quando il plaid ha una percentuale piccola o considerevole di lana è opportuno assolutamente non lavare in acqua calda, ma fermarsi ai 30 gradi per poi evitare categoricamente la centrifuga, che potrebbe rovinare per sempre il tessuto.

Il detersivo deve essere super delicato e l’ammorbidente adatto alle fibre in lana naturale. Una volta terminato il lavaggio, si potrà strizzare con le mani – con estrema delicatezza – il tessuto per far fuoriuscire l’eccesso di acqua.

Impostazioni privacy